Giovedì 28 Luglio – Giorno 10

Oggi, come prima cosa, siamo andati a pasear per la zona più benestante di Buenos Aires (e devo ammettere che effettivamente la differenza dal resto della città si vede eccome..) , ovvero Puerto Madero, e devo dire che con i suoi grattacieli e i locali che danno sul canale mi ha colpito molto e positivamente, lo definirei un gioiello nascosto, che non ha niente da invidiare ai lungofiume di città europee come Londra.

IMG_3546

IMG_3540

 

IMG_3551

Dopo aver rimirato tutta questa modernità e aver fatto qualche selfies sul ponte de las mujeres, ci siamo diretti a visitare il Museo de los Inmigrantes. Questo museo occupa attualmente parte di quello che fu l’antico Hotel de los Inmigrantes, e proprio qui è conservata gran parte della storia di quelli che giunsero in Argentina dalle più svariate nazioni. Ho trovato questa visita molto interessante e a tratti anche nostalgica…vedere tutte quelle foto e quei documenti di famiglie che hanno lasciato tutto per avventurarsi oltreoceano mi ha intristito un poco.

Nel pomeriggio invece siamo andati a vedere La Rural, una sorta di festival contadino dove si mostrano animali che, purtroppo, da quanto ho capito quasi sicuramente andranno al macello…:(😭 Il fatto che si paghi per entrare e che in questo modo si alimenti questa cosa mi ha fatto rabbrividire, ma ancora più raccapricciante è stato il fatto che non si riusciva a camminare dalla quantità disumana di gente che c’era!!

exposicion-rural-buenos-aires-argentina-2015-international-exhibition-for-the-livestock-farming-industry-logo-whereinfair

Venerdì 29 Luglio – Giorno 11

Oggi gitaaa!! Si va al Tigre!
Tigre è una città dell’Argentina, nella provincia di Buenos Aires, situata nella parte settentrionale dell’area metropolitana della città. Sorge sul delta del Paranà ed è un importante sito turistico, facilmente raggiungibile in treno  (il panoramico Tren de la Costa o il treno interno più rapido) o in autobus.
La città è delimitata da diversi piccoli fiumi e ruscelli. Fu fondata nel 1820 dopo che alcune inondazioni avevano distrutto altri insediamenti nella regione, nota ai tempi come il Partido Las Conchas.
Il nome della città deriva dalle tigri o giaguari cacciati occasionalmente nella regione nei primi tempi. L’area fu abitata inizialmente da agricoltori europei, e il porto si sviluppò servendo la zona del delta, e consentendo il trasporto di frutta e legno dal delta e dai porti situati a monte lungo il corso del Paraná.

La città rimane tuttora un importante nodo per il trasporto e la lavorazione del legname. Il Puerto de Frutos (“porto dei frutti”) è ora una fiera dell’artigianato situata nell’area del vecchio mercato della frutta sulla sponda del fiume.
La città è inoltre ricca di negozi d’antiquariato e di bar e ristoranti sul lungofiume. È una meta turistica frequentata durante tutto l’anno, rinomata per la bellezza del luogo e per la possibilità di navigare lungo il Paraná. Nei pressi della stazione, i turisti possono compiere escursioni verso alcune delle numerose isole del delta, su battelli che fungono anche da mezzo di trasporto per i residenti. Molte isole dispongono di ristoranti e mostrano la più ampia varietà di abitazioni, da umili baracche ad eleganti ville, situate lungo i numerosi canali che attraversano la regione come in un labirinto.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Abbiamo anche fatto un piacevole giro del delta in catamarano! Mi sono davvero molto divertita. 😄😄

Sabato 30 Luglio- Giorno 12

Oggi invece giornata dedicata alle ragazze! Infatti ho trascorso la giornata a passeggiare e a fare shopping nel centro di La Plata in compagnia delle altre ragazze del gruppo e di Flor, la ragazza argentina che partecipa allo scambio.
Dopo un intenso pomeriggio di camminata, ci ha invitato tutte a fare merenda a casa sua, dove abbiamo fatto la conoscenza del suo adorabile e tenerissimo gattino!! 😍😍

Domenica 31 Luglio – Giorno 13

Ultima domenica che passo qui a La Plata e ovviamente è un giorno di pioggia infinita e torrenziale!
Però devo ammettere che nonostante il tempo avverso ho passato una gran bella giornata: sono andata a pranzo fuori in un pseudo ristorante italiano con la mia family argentina dove ho dovuto (su accese richieste) spiegare che nella ricetta originale della lasagna non c’è la verdura, né il prosciutto…in effetti più che una lasagna pareva un tortino…ma era comunque buono e appetitoso.
Dopo pranzo, dato che continuava a piovere, mi hanno portata in un centro commerciale molto grande a sud della città di Buenos Aires, dove finalmente sono riuscita a comprare la maglia dei Pumas per il mio Amore! ❤️

Bene…ora che mi sono messa in pari con i giorni, vi devo lasciare…mi stanno chiamando per cenare!

Kisses,
Benny ❤️❤️

 

Annunci